Il dilemma Goldilocks (Italian)

Do’ qui di seguito un sommario del mio primo post.

Sto leggendo un libro del Dr. Steven Berglas uno psichiatra americano che lavora molto con societa’ del settore privato specialmente per aiutare i dirigenti che hanno problemi associati con il loro ruolo dirigenziale. Il libro si intitola in inglese “Reclaiming the Fire: How Successful People Overcome Burnout”. Ho cercato una versione del libro in italiano, ma non c’e’. Comunque il titolo in italiano suonerebbe “Reclamare la Passione (per il proprio ruolo/lavoro – si intende): Come, persone di successo, superano l’esaurimento da troppo lavoro” (traduzione molto libera).

Uno dei temi maggiori trattati dal Dr. Berglar si chiama il dilemma di Goldilocks. Goldilocks e’ la bambina monella che si reca nella casa della famiglia di orsi (madre, padre e cucciolo) mentre loro sono a farsi una passeggiata prima di cena. La bambina e’ una curiosona e crea disordine nella casa. Prima vede le sedie dei tre abitanti della casa. Una e’ troppo grande, una e’ troppo piccola e la terza e’ giusta per lei. Poi sul tavolo trova la cena (un piatto di porridge per ognuno). Una porzione e’ troppo calda, un ‘altra e’ troppo fredda e la terza e’ a giusta temperatura e se la mangia. Alla fine trova i tre letti. Uno e’ troppo duro, uno e’ troppo soffice e il terzo e’ quello giusto. Si mette a dormire e arrivano gli orsi che si arrabbiano per la confusione e l’invasione e Goldilocks si sveglia e scappa. La scelta di Goldilocks e’ sempre la piu’ sicura e bilanciata.

Il Dr. Berglar sostiene che un professionista generalmente raggiunge un certo equilibrio tra le sfide del lavoro, e quindi la motivazione di continuare nel proprio compito dirigenziale, e il desiderio di proteggere se stesso da errori e imbarazzo. La scelta (il dilemma di Goldilocks per i professionisti) e’ tra continuare a sfidare se stessi e accettare un alto rischio di fallimento e imbarazzo ma con lo scopo di sostenere un alto livello di eustress (stress positivo) o proteggere i risultati raggiunti e ‘accomodarsi’ nella propria posizione (poco rischio ma possibilmente noioso).

La domanda che mi pongo, visto che sto attraversando un periodo in cui il dilemma e’ reale per me, e’ come superare l’inpasse e trovare un altro equilibrio e andare avanti. Affrontero’ questo problema nel prossimo post, ma se avete delle idee, per favore condividetele con me

Advertisements

2 thoughts on “Il dilemma Goldilocks (Italian)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s